Post

Visualizzazione dei post da marzo, 2018

Madre Teresa Bassista

Immagine
"La più brutta Madre Teresa che abbia mai visto." ( fonte )   «Ma che carino // Solo per aver condiviso un palco // Figuriamoci se era mio fratello» «Hahahaha // Roberto è così» Con la leggerezza di una piuma, quello stronzetto di amico mio riesce a disinnescare in un commento su Va'Zapp la carica solidale della piccola donazione che ho fatto alla bassista Valentina D'Amore. Alla musicista sono stati rubati tutti gli strumenti di lavoro , privandole dell'indipendenza professionale faticosamente messa in piedi nell'arco di mezza vita. Il ladruncolo ha sottratto perfino gli spartiti, giusto per far capire che non era motivato da sole ragioni economiche e per firmare il gesto con la cazzimma. Mannaggia a chi t'a muort'. Con Valentina condivisi un palco ai tempi del liceo, io e quello stronzetto dell'amico mio facevamo gli im-memorabili Duo-Deno , per logo avevamo un intestino contornato di nastrini giallo-neri da lavori in

der Letzte der Klasse

Questa nota l'ho scritta a lezione. Almeno una volta nella vita, è fondamentale sentirsi l'ultimo della classe, esserlo fino in fondo e capire quanto sia facile essere lasciati indietro. Sto seguendo un corso di programmazione. Il corso è presentato in inglese, ma viene dato in tedesco. Anche le diapositive sono tedesche, quindi mi tocca tradurle. C'è da notare come sono stato avvisato della lingua del corso prima di iscrivermi, e come non me la sia sentita di far notare la differenza fra quello che sta scritto su internet e quello che effettivamente avviene. Seguo il corso coi miei compagni di dottorato, che per interesse reciproco mi danno una mano a tradurre gli esercizi che bisogna sottoporre al docente alla fine di ogni giorno. Fino a ieri ce l'ho fatta anche traducendo le diapositive con traduttori automatici durante la lezione. Da ieri è cambiato tutto: le diapositive sono caricate sul sito dopo la lezione, rendendo inutile la mia presenza durante la stessa.