Post

Visualizzazione dei post da aprile, 2011
Immagine
“Questo pezzo è dedicato ad Eluana Englaro. Alle persone che con mancanza assoluta di rispetto hanno gridato, hanno sentenziato e mosso gli animi dell’ignoranza per meri scopi elettorali, invocando falsità in nome di una morale pseudo-cattolica priva di qualsiasi senso in questo caso specifico. A volte il silenzio è l’unica cosa che si vuole e si chiede al mondo.” IL SENSO Riesco a vedere solo il vuoto dei tuoi occhi ormai Ma non è paura E’ un lento scivolare via il tuo, è un’esile speranza Ma non è paura Un silenzio freddo e lungo diciassette anni qui Tra queste bianche mura Voglio il rispetto per una scelta presa da me per me Io guscio vuoto Voi smorfie di dissenso Io fredda macchina Che scivola sul tempo E poi il silenzio Prese il sopravvento Il mattino arrivò urlando Io son sempre pronto Un istante di lucidità Respira respira Il petto che si gonfia Lo scorrere del tempo Nell’attimo di tregua il senso E poi il silenzio Prese il sopravvento Il mattino arrivò urlando Io son